La corsa di fuochi

Sulle torri dei posti di guardia i soldati accendevano un fuoco per comunicare che la battaglia era vinta, la torre più vicina accoglieva il segnale e a sua volta accendeva un fuoco.
E così, in rapida successione, il messaggio arrivava alla polis.
Un'immagine e un verso di Eschilo,"l'uno all'altro trasmise il segno", che prendiamo in prestito come chiave di volta della rassegna.

La corsa di fuochi non solo sostiene la necessità di un passaggio di testimone tra generazioni, ma vuole approfondire il tema della ricerca artistica contemporanea senza dimenticare alcune tappe fondamentali della storia del teatro e della danza.

Il passaggio tra generazione non è mai unidirezionale, soprattutto in campo artistico dove il primo fuoco si alimenta anche della luce del secondo

image