Teatro dei venti

Il Teatro dei venti nasce nel 2005 come gruppo di ricerca teatrale e da subito svolge la sua attività in quattro ambiti diversi, ma correlati: la produzione di spettacoli, la progettazione in ambito socio-culturale, l'attività di formazione e l’organizzazione di eventi in ambito teatrale. Alla base del lavoro teatrale c’è la ricerca di un linguaggio espressivo che offra allo spettatore la possibilità di diventare l’immobile oggetto di un incantesimo, testimone di un evento unico e irripetibile, di un atto semplice e sincero.

Il lavoro artistico quotidiano ha portato ad una ricerca tra ritmo e azione fisica, che ha generato le ultime produzioni. Tra queste Quotidiano Scadere (Vincitore Premio Linea d'Ombra 2010), Senso Comune (finalista Premio Scenario 2011) e InCertiCorpi (Premio Presente Futuro 2013, Premio CrashTest 2014, Premio del Pubblico CrashTest 2014).
Parallelamente dedica attenzione al Teatro di strada, con gli spettacoli Malaparata, Il Draaago, e Simurgh (produzione 2014) realizzando diverse tournée oltre i confini nazionali (in Polonia, Francia, Regno Unito, Serbia, Svizzera, Belgio, e a Taiwan) . Musica, trampoli, maschere giganti, bastoni infuocati, macchine teatrali, scenografie mobili, tutte le tecniche del teatro di strada trovano spazio in rappresentazioni .
Attualemente sono in produzione due nuovi spettacoli, Pentesilea (spettacolo di strada con attori trampolieri) e Il Gatto e la Volpe (spettacolo per ragazzi tratto da Le avventure di Pinocchio).

In ambito sociale è stato creato un laboratorio permanente, finalizzato alla produzione di spettacoli, presso la Casa di Reclusione di Castelfranco Emilia, e dal settembre 2014 anche presso la Casa Circondariale di Modena. Esperienza fondamentale è stata quella presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Nisida a Napoli (ottobre 2009/marzo 2010).
Sempre in ambito sociale realizza progetti di Cooperazione Internazionale (Mozambico, Serbia) e nel campo della Salute Mentale, dove elaborano percorsi di formazione e di produzione artistica, in collaborazione con Dipartimento di Salute Mentale e Azienda Sanitaria Locale all'interno del progetto “Teatro e Salute Mentale” della Regione Emilia Romagna.

Nel settore della formazione si tengono laboratori permanenti per bambini, ragazzi e adulti, con percorsi per principianti e per professionisti.
Tra i progetti di formazione sono da segnalare il Laboratorio sull’utilizzo dei Trampoli e il Seminario di Ritmica applicata all’azione fisica. La compagnia è sostenuta dalla Regione Emilia Romagna attraverso la Legge 13/99; è titolare di Residenza Artistica della Regione Emilia Romagna secondo l'art. 45 del FUS; è finanziata dal Ministero dei Beni e della Attività Culturali come titolare di Festival per il progetto Trasparenze all'interno della Rassegna Andante; è vincitrice del Bando Funder 35 con Urban Theater Experience.

image