Francesco Pennacchia, Pseudolo

Francesco Pennacchia, Pseudolo

Starts from: 29 novembre 2015

Start Time 18:00

Di e con Francesco Pennacchia
Tratto da Plauto

“…alla maniera del poeta che cerca qualcosa che non esiste
e poi lo trova, e rende simile al vero ciò che è pura finzione,
così farò io, proprio come un poeta!”

Perché Plauto? Le risposte a questa domanda potrebbero essere infinite; personalmente tra le tante, lungo un percorso iniziato due anni fa, non ne ho trovata nessuna davvero esauriente. Allora ho pensato che una domanda può essere stupida e feconda allo stesso tempo e che una risposta definitiva può anche rappresentare la fine di qualcosa. Insomma non è la risposta che muove questo lavoro e non è la risposta che è di scena in questo lavoro, ma la domanda stessa: perché Plauto?

Pseudolo è la commedia plautina che, più delle altre, mette in evidenza la figura del servo-poeta, un vero e proprio regista-drammaturgo in scena, che stabilisce momento per momento quello che succede. Lo spettacolo ne è una rivisitazione, nella quale tutti i principali personaggi sono affidati alla recitazione di un unico attore.